I giochi da spiaggia Polistil

Iniziamo questa pagina partendo dalla fine. Si, partiamo dai ringraziamenti per averci “provocato” e sollecitati a produrre una memoria digitale su questo tema.

Ringraziamo dunque il Sig. Antonio Ventrella e l’amico Marco Gatti, splendidi collezionisti, che hanno messo a disposizione molte delle loro chicche relative ai giocattoli cosidetti da spiaggia!

La storia della “plastica” Polistil è molto complessa, quindi cercheremo di fare dei capitoli suddivisi per periodo per spiegare con chiarezza la propria evoluzione.  La plastica ha attraversato tutto il periodo d’oro dell’azienda Polistil, dalla fine degli anni 50 con le sorpresine, alla fine degli anni 70.

Nasce quando nasce la linea produttiva Polistil col nome APS, e trova il suo massimo sviluppo durante gli anni 60, arrivando col marchio Kingplast a ricoprire gli anni 70.

Ricordiamo che il nostro sito ha trattato già importanti temi dedicati al mondo di plastica, ricordiamo ad esempio i modelli del Sistema DEP, le microminiature APS su tutti.

In questo articolo tratteremo principalmente i giocattoli cosìdetti da spiaggia, fatti di pura plastica colorata per la gioia dei bimbetti d’epoca.

La storia della plastica parte da molto lontano, in coincidenza proprio della nascita dell’azienda APS. Come già raccontato nell’articolo della nascita dell’azienda (Rif..) e nell’articolo dedicato al “Sistema DEP” (Rif..) inizialmente i prodotti vengono generati senza la presenza di codici dell’azienda e tantomeno dei cataloghi. Quindi non basterebbe certamente un articolo per descrivere e parlare di tutti quei micro modelli prodotti per le sorpresine vendute dai negozi di giocattoli, bar, latteria sul finire degli anni 50.

Col passare del tempo la plastica viene registrata e il primo marchio a cui è associata è proprio il classico triangolino “APS”.  I soggetti vengono ampliati ed oltre alle classiche “autominiature” si producono veicoli industriali, animali, soldatini, armi giocattolo, giochi di società e tutte le variabili possibili ed immaginabili nati sia dalla necessità di incrementare la produzione sicuramente, ma anche per rimanere al passo di altri produttori italiani ed esteri dello stesso settore. Comunque per allargare le vedute, diversificare diremmo oggi.

Il primo vero catalogo dedicato a questa tipologia risale ai primi anni 60 (dai modellini esposti ipotizziamo il 1965). Il catalogo prende il nome di “Catalogo POLISTIL giocattoli in plastica”. Un catalogo in classico bianco/nero che riporta piccole foto e il numero di catalogo degli oggetti esposti.

Oggi chi si sognerebbe di fare un catalogo dei giocattolini da spiaggia..

Con l’avvento del metallo in tutte le sue forme, il nome APS si smaterializza e nascono nuovi brand più internazionali e più accattivanti: POLITOYS.

Le plastiche rimarranno associate al nome vero della azienda: POLISTIL. Difatti vengono prodotti giocattoli con la scritta “Polistil”, appunto, almeno a tutto il decennio 60. Sul finire degli anni 60 i brand vengono rivisti e riclassificati per prodotto, in modo da essere facilmente riconoscibili nelle grosse produzioni.

In sintesi si possono riassumere in questo modo:

Politoys: il marchio principale – dedicato agli automobili della serie M, Export, MX, ed E, + altre produzioni di punta.

Policar: il marchio dedicato alle Piste elettriche, slot e accessori dedicati.

Polistil prima e Kingplast poi: il marchio dedicato ai cosidetti giochi da spiaggia, o comunque i giochi meno “impegnativi”, cioè quelli dedicati alla spensieratezza dei bambini che ancora non sanno che diventeranno collezionisti.

Tondo: il marchio dedicato alle novità tecnologiche – i primi videoproiettori del mondo, i primi cinemini.

Il “vecchio” marchio APS rimane delegato al periodo pre-metallo con le sorpresine, il sistema DEP, le Microminiature APS (Classiche, Militari, Autominiature, Fibreglass), e ai primi Polistil come l’auto di Batman marchiata APS-Polistil appunto.

Questa è la Timeline dei prodotti.

Ritornando alle plastiche, le favolose plastiche, passiamo alla codifica dei prodotti che ci hanno consentito di catalogare con una relativa precisione tanti pezzi che oggi sono letteralmente scomparsi nel tempo.

MarchioCodiceArticoloDescrizioneMisura
APS1Art. 1Rangercm. 67
APS2Art. 2Autoblinda con cannone
APS4Art. 4Ruspa Ormigcm. 18
APS5Art. 5Rimorchio
APS6Art. 6Parabellum
APS10Art. 10Camion ribaltabilecm. 23
APS11Art. 11Bazookacm. 95
APS12Art. 12Mortaiocm. 47
APS14Art. 14Fiat 1300 a frizionecm. 22
APS15Art. 15Giulia T.I. a frizionecm. 22
APS16Art. 16Giulia T.I. Carabiniericm. 22
APS18Art. 18Camion Same-Carcm. 35
APS24Art. 24Mitragliatricecm. 55
APS25Art. 25Jeep assortite – con radarcm. 25
APS25Art. 25Jeep assortite – con antiaereacm. 25
APS25Art. 25Jeep assortite – con farocm. 25
APS26Art. 26Pippo Drincm. 22
APS28Art. 28Avio Rotorcm. 47
APS29Art. 29Giacominocm. 55
APS30Art. 30Camion militare 3 soggetti – con radarcm. 37
APS30Art. 30Camion militare 3 soggetti – con contraereacm. 37
APS30Art. 30Camion militare 3 soggetti – con farocm. 37
APS32Art. 32Fucile Batmancm. 38
APS33Art. 33Elica volante Batmancm. 22
APS34Art. 34Auto Batman
APS41Art. 41/RTrattore con carro
APS58Art. 58Camion LKV Militarecm. 70
APS60Art. 60Camion LKV civilecm. 75
APS88Art. 88Trattorecm. 31
APS88Art. 88Trattorecm. 31
APS89Art. 89Trattore con carrocm. 31 + 30
APS92Art. 92Mitracm. 41
APS94Art. 94Ruspa  cm. 45
APS96Art. 96Camion Gru – Smontabilecm. 35
APS98Art. 98Camion Pompieri smontabilecm. 35
APS106Art. 106Trenino fantasia
APS120Art. 120Autopista gimkanacm. 87
APS121Art. 121Accessori gimkana
APS122Art. 122Auto gimkana
APS170Art. 170Ruota sonoracm. 43
APS170Art. 170Ruota        
APS195Art. 195Binocolocm. 11
APS215Art. 215Pistola piccolacm. 17
APS225Art. 225Pistola grandecm. 22
APS230Art. 230Trattore a pedali Tillcm. 58
APS235Art. 235Trattore a pedali Titanuscm. 80
APS236Art. 236Trattore a pedali Titanus con ruote ant. In plasticacm. 80
APS240Art. 240Cartone con autotrasporto
APS260Art. 260Ferry-boatcm. 49
APS265Art. 265Motoscafo Super Falconecm. 36
APS266Art. 266Rimorchiatore Triestecm. 40
APS284Art. 284Tris d’alto mare (rimorchiatore, peschereccio e propulsore)
APS285Art. 285Auto anfibiocm. 35
APS286Art. 286Motore marino MM
APS308Art. 308Cassaforte salvadanaio
APS320Art. 320Cow boys a piediBuste
APS325Art. 325Indiani a piediBuste
APS330Art. 330Cow boys a cavalloBuste
APS335Art. 335Indiani a cavalloBuste
APS365Art. 365Secchiello con pompa
APS401Art. 401Carriola grandecm. 72
APS465Art. 465Piroscafocm. 29
APS490Art. 490Autobotte gigantecm. 37
APS535Art. 535Incrociatorecm. 29
APS550Art. 550Trattore a pedali Majorcm. 85
APS560Art. 560Cartone auto corsa
APS570Art. 570Cartone auto berlina
APS575Art. 575Cartone go-kart
APS630Art. 630Camion Berlietcm. 43

Sono tutti pezzi marchiati col triangolo APS. Sono presenti nel catalogo Polistil del 65 (circa). Non è chiara la logica di produzione, come la numerazione di serie si sia evoluta e perché ci siano dei buchi nella protocollazione dei prodotti o in realtà siano stati prodotti altri modelli che non recepiamo. Di certo questi esistono e sono tutti fotografati nel catalogo.

Tra tutti i prodotti presentati nel catalogo non può che spiccare l’articolo 34, il Santo Graal del Collezionista Politoys. Il modello per eccellenza: L’auto d Batman!

Un modello splendido in scala 1/32 circa in fibra. Non si capisce perché sia finito in un simile contesto di fatto meno impegnativo. Ma resta l’unico modello in assoluto che abbia una storia propria tra le plastiche.

Di certo, possiamo affermare che non era un prodotto da mare.

Fu il mio primo Polistil avuto. Forse “Quelli della Polistil” nasce proprio da quel modellino.

Viene prodotto accompagnato da una scatola stupenda, oggi introvabile nella sua forma originale. Molte box repro sono in circolazione, ma gli originali non se ne vedono. Chissà..

E’ un modello sopra le righe, perfetto, longilineo, nero, coi personaggi di Batman e Robin, con meccanismo mobile nel tubo di scarico. Fondino nero con immagine sovraimpressa di Batman. Un vero gioiello. Impossibile pensarlo per portarlo in spiaggia!

Sappiamo che l’utilizzo del logo non sia stato concesso e che il modello sia uscito, come molte cose negli anni 60, senza averne i diritti di immagine.

La scatola è una vera opera d’arte. Autocomponente, colori perfetti e sgargianti, lisergici per l’epoca.

Oggi questo modello è ricercato anche nelle sue produzioni targate MGregor Messico, la sussidiaria Polistil del centramerica. Splendida la versione in bubble box : la “Batmovil” hecho in Mexico!

Nel catalogo si possono ammirare molte altre cose interessanti. Tra queste spiccano senza dubbio le armi giocattolo. Oggetti molto simili a quelli reali. Ricordiamoci che siamo a soli vent’anni circa dalla fine della seconda guerra mondiale (WWII). Ai bambini d’epoca si danno in mano delle piccole repliche delle armi utilizzate dai loro genitori o nonni qualche anno prima. Oggi una cosa del genere non sarebbe ammessa. Il “politically correct” metterebbe una barriera, ma allora solo i forti potevano sopravvivere ed i bimbetti erano cattivi anche nell’immagine.

E poi ancora soldati, soldatini, cowboy (i buoni) contro indiani (i cattivi), lancia razzi, cannoni, autoblinde, contraeree e via così. Un vero arsenale di nostalgici 😊.

Obiettivo: attaccare la spiaggia!

Polistil35Art. 35Indiani e Cow-Boys
Polistil55Art. P55SSSONAR
Polistil242Art. 242Base Ball
Polistil287Art. 287Canotto Storm
Polistil288Art. 288Rimorchiatore Trieste

Ci sono poi alcuni prodotti che escono marchiati “Polistil”.

Nel 1969 i brand vengono ripensati e la plastica assume il nome di “Kingplast”

Kingplast3Art. P3Autoblindo lancia missilicm. 51
Kingplast2Art. P2Autoblindo con cannonecm. 56
Kingplast7Art. P7Trattore con biga portacavallocm. 32
Kingplast9Art. P9Camion Perlinicm. 44
Kingplast16Art. P16Camion Perlini con grucm. 44
Kingplast18Art. P18Camion Samecm. 34
Kingplast23Art. P23Carro armato Orioncm. 63
Kingplast24Art. P24Camion militare con aereocm. 34
Kingplast27Art. P27Portauto con tre Fiat 131 plasticacm. 53
Kingplast32Art. P32Baleniera di Paperino
Kingplast33Art. P33Formichino (fucile a tappi)cm. 41
Kingplast36Art. P36Cassaforte in metallocm. 6
Kingplast39Art. P39Innocenti LUI a pedalicm. 88
Kingplast43Art. P43Dune Buggy plasticacm. 21
Kingplast45Art. P45Camion porta cavalli plasticacm. 46
Kingplast47Art. P47Camion Unimog spartinevecm. 42
Kingplast48Art. P48Portauto con 4/5 vetture sport plasticacm. 53
Kingplast49Art. P49Matra F1cm. 54
Kingplast50Art. P50Camion porta suinicm. 46
Kingplast51Art. P51Cassaforte salvadanaiocm. 6,5
Kingplast52Art. P52Casimiro il treno di Dumbocm. 30
Kingplast53Art. P53Camion Lorrycm. 18
Kingplast54Art. P54Camion Benzocm. 18
Kingplast56Art. P56Camion Cementcm. 18
Kingplast59Art. P59Triciclo Honda ATC 90cm. 13
Kingplast60Art. P60Camion LKVcm. 74
Kingplast62Art. P62Dune Buggy plastica tettuccio cortocm. 21
Kingplast63Art. P63Trattore con carro spandiconcimecm. 35
Kingplast64Art. P64Cassaforte diPeperonecm. 15
Kingplast65Art. P65Dune Buggy Filoguidacm. 24
Kingplast66Art. P66Brut Jeepcm. 20
Kingplast67Art. P67Ferrari F1 1/8cm. 54
Kingplast68Art. P68Camion Betumixercm. 18
Kingplast70Art. P70Fiat 126 Fologuidacm.20
Kingplast73Art. P73Triciclo Honda ATC 90 a pedalicm. 47
Kingplast76Art. P76Formichino (fucile)
Kingplast88Art. P88Trattore Rovercm. 31
Kingplast89Art. P89Trattore Rover con carrocm. 70
Kingplast92Art. P92Mitracm. 40
Kingplast93Art. P93Escavatorecm. 43
Kingplast94Art. P94Scavatricecm. 33
Kingplast230Art. P230Trattore Till a pedalicm. 53
Kingplast235Art. P235Trattore Titanus a pedalicm. 70
Kingplast260Art. P260Ferry Boat con 10 autovetturecm. 48
Kingplast630Art. P630Camion Berlietcm. 44

Col marchio Kingplast si possono trovare molte cosucce interessanti. Uno su tutte il classico Ferryboat con le macchine di un decennio prima: il Sistema DEP.

Fantastico abbinamento, forse la prima operazione di remarketing della storia del giocattolo. I tempi prendevano un’altra forma..

La plastica rimane in produzione per tutti gli anni 70, inquinante e colorata come si deve.

Una cosa è certa, con tutta la semplicità del gioco da spiaggia, di certo i Polistil/Kingplast erano oggetti ben disegnati e funzionali all’impiego.

Che dire d’altro.. ricercateli tutti! Facciamoli sopravvivere all’epoca del “non sense” globalizzato. Facciamo vedere chi eravamo e siamo.  Andiamo in spiaggia con la mascherina ma giochiamo, giochiamo e a volte quel Bazooka ci vorrebbe ! 😊

Per adesso il racconto finisce qui. Lo riprenderemo sicuramente in seguito.