APS PLAST

Dopo un anno e mezzo dal go-live del sito e della relativa pagina Facebook “Quelli della Polistil”, nasce su richiesta di molti appassionati che ci leggono, questa pagina dedicata ai modelli della Serie plastica, APS Plast appunto.

 

 

Una Serie che inizialmente era stata volutamente estromessa dal perimetro di interesse, perché non c’erano le opportune conoscenze per affrontare un tema così complesso, ma che soprattutto era stato già ben affrontato dal sito “Aessemodels”.

 

 

Effettivamente, durante tutto questo tempo, le conoscenze e le acquisizioni di importanti collezioni che li contenevano, hanno fatto da spunto per iniziare a trattare l’argomento.

Aggiungiamo che sempre troppo spesso si vedono in giro delle “brutture” tali da confondere spesso i collezionisti non esperti (ma anche gli esperti fanno errori), che presi dalla bramosia di avere un modello dal colore particolare o dal “classico” promozionale spesso mai esistito, si trovano tra le mani un modellino privo di senso storico. Per tutta una serie di motivi quindi, abbiamo chiesto il supporto di un  esperto di APS, che ne ha viste letteralmente di tutti i colori quando lavorava per un famoso negozio di modellismo di Milano.

Abbiamo chiesto ed ottenuto quindi la consulenza di Massimo Carini, il quale  ci ha cortesemente fornito tutto il supporto necessario per il censimento delle informazioni di dettaglio (colori, varianti, scatoline) e ci ha reso disponibili le relative immagini dei modelli e delle scatole della sua bellissima e ricca collezione APS.

 

Cercheremo di essere chiari e tempestivi nel darvi tutte le informazioni per identificare bene i modelli e le loro varianti. Ricordate che per ogni colore individuato inseriremo laddove possibile le foto in Hyper-link (sotto ad ogni scritta colorata clicckando appare la foto).

Si parte da questo breve score:  52 modelli in scala 1/41 commercializzati fra il 1960 e il 1964, prodotti industrialmente utilizzando impasti di plastica colorata che hanno dato vita a dei veri e propri gioiellini destinati ad entrare nell’olimpo del giocattolo, diventato poi nel tempo anche modellino da collezione.

La Serie APS Plast è da considerarsi a tutti gli effetti la capostipite dalla quale, passando per la serie in Fiberglass, si giungerà alla ben più nota serie “M”. Tranne alcuni modelli d’oltreoceano, la Serie affronta modelli tipicamente casalinghi che hanno ben rappresentato i primi esempi di automobile popolare.

Nella serie troviamo 31 modelli italiani, tra cui spiccano ben 12 Alfa Romeo e 9 Fiat, seguiti da qualche Ferrari (2), Lancia (4), Autobianchi (1), Innocenti (2) e Maserati (1).

Vi sono ben 8 auto tedesche: Ford (1), Mercedes (2), Opel (2), Volkswagen (2) e Porsche (1). In tono minore le Americane (3: Oldsmobile, Pontiac e Cadillac), 2 Francesi  (Citroen) e 4 Inglesi (2 Jaguar e 2 Ford).

A questo nutrito lotto vanno aggiunti un motoscafo, una roulotte, ed un trattore: insomma, non c’è che dire, se non ammirarle nel loro splendore originale.

Sono tutti modelli di buona fattura, considerando il prezzo a cui venivano sottoposti al pubblico nei primi anni 60, ed alcuni presentano anche delle aperture (i Fiberglass hanno tutti le portiere apribili), e riproducono i modelli di auto più in voga all’epoca. Spesso sono stati prodotti utilizzando diverse opzioni nel processo industriale che hanno dato vita a delle vere e proprie varianti di produzione.

Ciascun modello è stato prodotto in diversi colori: a tutt’ oggi  se ne trovano ancora di nuovi e mai censiti prima; in questa pagina proviamo ad elencarveli, dando informazioni generiche sulle caratteristiche produttive, sulle differenze di varianti, di colore e, come fatto in precedenza sulle altre Serie trattate, parliamo anche delle rispettive scatole.

Purtroppo, non tutti i modelli di questa Serie APS Plast, sono in nostro possesso; siamo partiti un po’ in ritardo sulla ricerca e spesso abbiamo acquistato quello che abbiamo trovato in giro, senza dare importanza (almeno in questa fase) alla presenza o meno della loro scatolina.

Ricordiamo che raccogliere modelli perfetti ed in scatola, rimane sempre il modo più corretto di collezionare e conservare nel tempo.

Iniziamo…

 

FIAT 1800 BERLINA – Art. 26 del 1960

Caratteristiche principali del modello: Il bicolore della carrozzeria è ottenuto stampando separatamente il tetto della vettura, sempre e solo in colore nero,  e fissato alla carrozzeria stessa mediante quattro perni ad incastro; gli interni possono essere bianchi oppure marrone chiaro.

I cerchi sono sempre i classici Politoys bombati a cinque asole in plastica grigia, con perno non passante.

Serie Prodotte: Sono identificabili 3 serie distinte.

1) fondino senza viti fissato ad incastro od incollato, pneumatici tassellati bianchi (primissime versioni) o neri, fari anteriori a “chiodino” in plastica trasparente

Colori: verde acido, avorio, rosso arancio, azzurro anice, rosso (in diverse tonalità).

2) fondino fissato con 2 viti, pneumatici sottili con zigrinature,  fari anteriori a diamantino.

Colori: avorio, beige avana, grigio chiarissimo, rosso (in diverse tonalità)

3) fondino, fissato con 2 viti, modificato nello stampo con un rettangolo in risalto che copre la scritta POLITOYS e sul quale si legge il marchio POLISTIL; le ruote ora hanno cerchi piatti in metallo con 5 incisioni, a perno passante, come quelle che saranno montate sulle prime serie “M”, occasionalmente anche cerchi del tipo con  11 fori (vedi Alfa Romeo GT 1300 Junior #80).

Colori: avorio, rosso scuro

Per tutte le serie: sospensioni a lamina con peso in metallo interno, targa MI 533 in decal, affiancata sulla destra dal logo “1800” in rosso, sempre in decal, luci posteriori dipinte in giallo e rosso.

Box:  La I^ Serie ha il modello grossolanamente disegnato sul fianco, nella colorazione blu scura; la II^ Serie riporta la riproduzione del classico modellino standard che ritrae con esattezza il modello in scatola.

 

 

ALFA ROMEO GIULIETTA SPIDER – Art. 27 del 1960

Caratteristiche principali del modello: non ha avuto grandi variazioni ed anche la colorazione si limita, per le varie serie, al rosso.

I cerchi sono sempre i classici Politoys bombati a cinque asole in plastica grigia, con perno non passante.

Serie Prodotte:  Sono identificabili 3 serie distinte.

1) fondino senza viti fissato ad incastro od incollato, pneumatici tassellati bianchi (primissime versioni) o neri, fari anteriori a “chiodino” in plastica trasparente, assenza del pilotino

2) fondino fissato con 2 viti, pneumatici sottili con zigrinature,  fari anteriori a “chiodino” in plastica trasparente, assenza del pilotino

3) fondino fissato con 2 viti, pneumatici sottili con zigrinature,  fari anteriori a diamantino, presenza del pilotino bianco con basco azzurro

Per tutte le serie: sospensioni a lamina con peso in metallo interno, nessuna targa, luci posteriori dipinte in giallo.

Colori: rosso

Box:  La I^ Serie ha il modello grossolanamente disegnato sul fianco, nella colorazione blu scura; la II^ Serie riporta la riproduzione di un modello di colore blu disegnato di tre quarti anteriore, la III^ Serie rappresenta il classico modellino standard che ritrae con esattezza il modello in scatola.

 

 

ALFA ROMEO GIULIETTA SPRINT – Art. 28 del 1960

Caratteristiche principali del modello: in plastica rigida, ha avuto le solite variazioni di fondino e fari comuni ai modelli del periodo;

Serie Prodotte: sono identificabili 3 serie distinte.

1) fondino senza viti fissato ad incastro od incollato, pneumatici tassellati bianchi (primissime versioni) o neri, fari anteriori a “chiodino” in plastica trasparente, targa in decal MI 417

Colori: rosso, blue Francia (molto raro)

2) fondino fissato con 2 viti, pneumatici sottili con zigrinature,  fari anteriori a “chiodino” in plastica trasparente, targa in decal MI 417, molto più raramente MI 4121

Colori: rosso

3) fondino fissato con 2 viti, pneumatici sottili con zigrinature,  fari anteriori a diamantino, targa in decal MI 417

Colori: rosso

I cerchi sono sempre i classici Politoys bombati a cinque asole in plastica grigia, con perno non passante.

Per tutte le serie: sospensioni a lamina con peso in metallo interno, luci posteriori dipinte in giallo.

Box:  La I^ Serie ha il modello bicolore rosso/blu grossolanamente disegnato; la II^ Serie riporta la riproduzione di un modello di colore rosso disegnato di fianco, la III^ Serie rappresenta il classico modellino standard che ritrae con esattezza il modello in scatola.

Varianti: Potrebbe esistere una Serie IV, con ruote serie M e fondino marchiato Polistil.

 

FIAT 1100 LUSSO – Art. 29 del 1960

Caratteristiche principali del modello: un piccolo capolavoro per stampaggio ed incastri dei vari particolari della carrozzeria (tetto, vetri, scocca, profili laterali), a tutt’oggi un modello inedito nella produzione di grande serie; in plastica rigida, ha avuto le solite variazioni di fondino e fari comuni ai modelli del periodo.

Serie Prodotte: sono identificabili 3 serie distinte.

1) fondino senza viti fissato ad incastro od incollato, pneumatici tassellati bianchi (primissime  versioni) o neri, fari anteriori a “chiodino” in plastica trasparente, targa in decal MI 4121

2) fondino fissato con 2 viti, pneumatici sottili con zigrinature,  fari anteriori a “chiodino” in plastica trasparente, targa in decal MI 4121

3) fondino fissato con 2 viti, pneumatici sottili con zigrinature,  fari anteriori a diamantino, targa in decal MI 4121

Colori: I colori di questo modello sono stati davvero tanti: il tetto ed il profilo laterale sono sempre di color avorio in tutte le sue tonalità, dovute molto probabilmente ad un’esposizione più o meno prolungata alla luce, più raramente si rilevano esemplari con questi particolari in grigio chiarissimo, quasi un bianco sporco.  Il resto della carrozzeria si trova comunemente nei colori rosso oppure amaranto; decisamente più rari tutti gli altri colori: bianco, grigio chiarissimo, grigio medio, verde acqua, verde medio, celeste.

Quest’ultimo colore è molto particolare in quanto è un tentativo di rendere l’effetto metallizzato, inserendo nell’impasto del materiale che rende la carrozzeria particolarmente rilucente rispetto ai semplici colori pastello: è un esperimento che verrà ripetuto con altri colori e su pochi altri modelli stradali (la Ford Anglia, La Mercedes 220, la Porsche 550, la Jaguar D), mentre diverrà quasi standard sulle autocorsa a ruote scoperte.

La rondinella stilizzata presente in decalcomania sulle pinne posteriori può essere nera col cerchio rosso oppure completamente nera.

I cerchi sono sempre i classici Politoys bombati a cinque asole in plastica grigia, con asse non passante; esiste una variante di fine produzione che monta i cerchi metallici ad 11 fori ad asse passante.

Per tutte le serie: sospensioni a lamina con peso in metallo interno, luci posteriori dipinte in giallo o in giallo e rosso

Box:  La I^ Serie ha il modello bicolore grigio/blu grossolanamente disegnato; la II^ Serie riporta la riproduzione di un modello di colore verde/avorio disegnato di fianco, la III^ Serie rappresenta il classico modellino standard che ritrae con esattezza il modello in scatola.

 

ALFA ROMEO Dauphine – Art. 30 del 1960

Caratteristiche principali del modello: in plastica rigida, ha avuto le solite variazioni di fondino e fari comuni ai modelli del periodo.

Serie Prodotte: sono identificabili 3 serie distinte.

1) fondino senza viti fissato ad incastro od incollato, pneumatici tassellati bianchi (primissime  versioni) o neri, fari anteriori a “chiodino” in plastica trasparente, targa in decal MI 7401 e MI 7141.

Colori azzurro anice, rosso, amaranto, arancio (molto raro).

2) fondino fissato con 2 viti, pneumatici tassellati  nelle prime versioni e poi neri sottili con zigrinature,  fari anteriori a “chiodino” in plastica trasparente, targa in decal MI 4141 e MI 7141

3) fondino fissato con 2 viti, pneumatici sottili con zigrinature,  fari anteriori a diamantino, targa in decal targa in decal MI 4141 e MI 7141

Colori seconda e terza serie: bianco, grigio chiaro, grigio medio, beige, celeste, rosso, amaranto.

4) fondino marcato Polistil, ruote con cerchione in metallo ed asse passante, carrozzeria in plastica rigida di spessore ridotto rispetto alle serie precedenti

Colori: rosso, grigio, beige.

I cerchi, ad eccezione della quarta serie, sono sempre i classici Politoys bombati a cinque asole in plastica grigia, con perno non passante; gli interni sono generalmente bianchi, ma si possono anche trovare gialli o rossi, in particolar modo sulla prima serie.

Per tutte le serie: sospensioni a lamina con peso in metallo interno, luci posteriori dipinte in giallo o rosso.

Box:  La I^ e la II^ Serie riportano la riproduzione di un modello di colore blu disegnato di fianco, sulla III^ e la IV^ Serie è rappresentato il classico modellino standard che ritrae con esattezza il modello in scatola.

 

CITROEN DS 19 – Art. 31 del 1961

Caratteristiche principali del modello: in plastica rigida, ha avuto le solite variazioni di fondino comuni ai modelli del periodo.

Serie Prodotte: sono identificabili 2 serie distinte.

 

1) fondino senza viti fissato ad incastro od incollato, pneumatici tassellati bianchi (primissime  versioni) o neri, fari anteriori a “chiodino” in plastica trasparente.

le primissime serie “si fanno notare” per i colori molto accesi: rosso chiaro, verde acido, giallo limone, arancione, in genere con abbinato il tetto (stampato separatamente) in grigio chiaro, molto più raramente in nero.

2) fondino fissato con 2 viti, pneumatici tassellati neri nelle prime versioni e poi neri sottili con zigrinature,  fari anteriori a “chiodino” in plastica trasparente

Colori: verde salvia, verde medio, verde scuro, arancio, nero, amaranto.

La targa è sempre MI 2117 per tutte le versioni, potrebbe esistere una versione di fine serie con i fari a diamantino, ma non esistono testimonianze fotografiche a sostegno di questa tesi.

I cerchi, sono sempre i classici Politoys bombati a cinque asole in plastica grigia, con perno non passante; gli interni sono generalmente bianchi, molto raramente neri.

Per tutte le serie: sospensioni a lamina con peso in metallo interno, luci posteriori dipinte in giallo o rosso.

Box:  Quattro tipi di box con altrettanti modelli raffigurati, l’ultima versione è sempre quella che ritrae con esattezza il modello contenuto nella scatola.

 

ALFA ROMEO GIULIETTA T.I. – Art. 32 del 1961

Caratteristiche principali del modello: stampato in plastica rigida, ha avuto le solite variazioni di fondino e fari comuni ai modelli del periodo; sono identificabili 4 serie distinte.

Serie Prodotte: sono identificabili 4 serie distinte.

 

1) fondino senza viti fissato ad incastro od incollato, pneumatici tassellati bianchi (primissime  versioni) o tassellati neri, fari anteriori a “chiodino” in plastica trasparente, targa in decal MI 4141

2) fondino fissato con 2 viti, pneumatici tassellati neri e succesivamente sottili con zigrinature,  fari anteriori a “chiodino” in plastica trasparente, targa in decal MI 4141

colori: la prima e la seconda serie hanno beneficiato di colori più sgargianti (e rari) rispetto alle serie successive, come il giallo banana, il verde fluoro, il rosso vivo, oltre ai soliti bianco, grigio chiaro e medio, beige.

3) fondino fissato con 2 viti, pneumatici sottili con zigrinature,  fari anteriori a diamantino, targa in decal MI 7141, in alcuni casi targa in carta MI BO90732

4) come la serie precedente, ma con ruote metalliche ad asse passante, targa in carta adesiva MI BO90732, fondino marchiato Polistil

Colori: I colori di queste ultime due serie sono, generalmente:  bianco, grigio chiarissimo, grigio medio, beige, più raramente rosso scuro.

I cerchi sono sempre, ad eccezione della quarta serie, i classici Politoys bombati a cinque asole in plastica grigia, con perno non passante.

Per tutte le serie: sospensioni a lamina con peso in metallo interno, luci posteriori dipinte in giallo o rosso, a seconda del periodo

Box:  La I^ Serie ha il modello bicolore blu/nero grossolanamente disegnato; la II^ Serie riporta la riproduzione di un modello di colore rosso disegnato di fianco, la III^ Serie rappresenta il classico modellino standard che ritrae con esattezza il modello contenuto nella scatola.

 

LANCIA FLAMINIA BERLINA – Art. 33 del 1961

Caratteristiche principali del modello: ecco il secondo piccolo capolavoro per stampaggio ed incastri dei vari particolari della carrozzeria; in plastica rigida, ha avuto le solite variazioni di fondino e fari comuni ai modelli del periodo;

Serie Prodotte: sono identificabili 3 serie distinte.

1) fondino senza viti fissato ad incastro od incollato, pneumatici tassellati bianchi (primissime  versioni) o neri, fari anteriori a “chiodino” in plastica trasparente, targa in decal

2) fondino fissato con 2 viti, pneumatici tassellati neri o sottili con zigrinature,  fari anteriori a “chiodino” in plastica trasparente, targa in decal MI 7401

3) fondino fissato con 2 viti, pneumatici sottili con zigrinature,  fari anteriori a diamantino, targa in decal MI 7401

Colori: I colori di questo modello sono gli abbinamenti ottenuti dal colore del tetto (nero, celeste  oppure amaranto) con la tinta della carrozzeria, solitamente beige, bianca, grigia o celeste, molto raro il grigio metallizzato.

I cerchi sono sempre i classici Politoys bombati a cinque asole in plastica grigia, con perno non passante.

Per tutte le serie: sospensioni a lamina con peso in metallo interno, luci posteriori in plastica rossa trasparente.

Box:  La I^ Serie ha il modello bicolore grigio/blu grossolanamente disegnato; sulla II^ e la III^ Serie rappresenta il classico modellino standard che ritrae con esattezza il modello in scatola.

 

INNOCENTI AUSTIN A40 – Art. 34 del 1961

Caratteristiche principali del modello: carrozzeria in plastica rigida, ha avuto le solite variazioni di fondino e fari comuni ai modelli del periodo;

Serie Prodotte: sono identificabili 4 serie distinte.

1) fondino senza viti fissato ad incastro od incollato, pneumatici tassellati bianchi (primissime  versioni) o neri, fari anteriori a “chiodino” in plastica trasparente, sia quelli più grandi (superiori) che le luci di posizione (inferiori), targa in decal MI 4141

2) fondino fissato con 2 viti, pneumatici tassellati neri o sottili con zigrinature,  fari anteriori a “chiodino” in plastica trasparente, targa in decal MI 7141

3) fondino fissato con 2 viti, pneumatici sottili con zigrinature,  fari anteriori a diamantino (solo quelli superiori), targa in decal MI 7141

4) come la precedente, ma con fondino marcato Polistil e ruote in metallo con asse passante, priva di sospensioni, targa in carta adesiva MI BO7032

Colori: I colori di questo modello sono: bianco, beige, grigio medio (in almeno 3 tonalità), grigio fumo, rosso amaranto, arancio (molto raro).

Ad eccezione della 4* serie i cerchi sono sempre i classici Politoys bombati a cinque asole in plastica grigia, con perno non passante.

Per le prime 3 serie sospensioni a lamina con peso in metallo interno, per tutte e 4 le serie luci posteriori in plastica rossa trasparente.

Box:  La I^ Serie ha il modello  grossolanamente disegnato; per tutte le altre serie  viene rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

FORD ANGLIA – Art. 35 del 1961

Caratteristiche principali del modello: carrozzeria in plastica rigida, ha avuto le solite variazioni di fondino e fari comuni ai modelli del periodo;

Serie Prodotte: sono identificabili 3 serie distinte.

1) fondino senza viti fissato ad incastro od incollato, pneumatici tassellati bianchi (primissime  versioni) o neri, fari anteriori a “chiodino” in plastica trasparente, targa in decal MI 137

2) fondino fissato con 2 viti, pneumatici tassellati neri o sottili con zigrinature,  fari anteriori a “chiodino” in plastica trasparente, targa in decal MI 137

3) fondino fissato con 2 viti, pneumatici sottili con zigrinature,  fari anteriori a diamantino, targa in decal MI 137

Colori: I colori di questo modello sono: bianco, beige, grigio medio, rosso, amaranto, celeste (raro), oro (molto raro).

I cerchi sono sempre i classici Politoys bombati a cinque asole in plastica grigia, con perno non passante.

Sospensioni a lamina con peso in metallo interno, per tutte e 4 le serie luci posteriori in plastica rossa trasparente, verniciate in giallo sui modelli rossi ed amaranto, va rilevato che questo è l’unica berlina APS con guida a destra!

Box:  La I^ Serie ha il modello  grossolanamente disegnato; per tutte le altre serie  viene rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

OPEL KAPITAN – Art. 36 del 1962

Caratteristiche principali del modello: carrozzeria in plastica rigida, ha avuto le solite variazioni di fondino e fari comuni ai modelli del periodo;

Serie Prodotte: sono identificabili 3 serie distinte.

1) fondino senza viti fissato ad incastro od incollato, pneumatici tassellati neri, fari anteriori a “chiodino” in plastica trasparente, targa in decal MI 528

2) fondino fissato con 2 viti, pneumatici tassellati neri o sottili con zigrinature,  fari anteriori a “chiodino” in plastica trasparente, targa in decal MI 528

3) fondino fissato con 2 viti, pneumatici sottili con zigrinature,  fari anteriori a diamantino, targa in decal MI 528

Colori: I colori di questo modello sono: bianco, grigio medio, rosso, amaranto, celeste, verde scuro (molto raro).

I cerchi sono sempre i classici Politoys bombati a cinque asole in plastica grigia, con perno non passante.

Sospensioni a lamina con peso in metallo interno, per tutte e 3 le serie luci posteriori in plastica rossa trasparente.

Box:  La I^ Serie ha il modello  grossolanamente disegnato; per tutte le altre serie  viene rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

 

MERCEDES 220 S/SE – Art. 37 del 1960

Caratteristiche principali del modello: carrozzeria in plastica rigida, ha avuto le solite variazioni di fondino e fari comuni ai modelli del periodo;

Serie Prodotte: sono identificabili 2 serie distinte.

1) fondino senza viti fissato ad incastro od incollato, pneumatici tassellati bianchi (primissime  versioni) o neri, targa in decal MI 1829

2) fondino fissato con 2 viti, pneumatici tassellati neri o sottili con zigrinature, targa in decal MI 1829

Colori: I colori di questo modello sono: bianco, grigio medio, rosso, amaranto, verde (raro), oro (molto raro e solo sulla prima serie).

I cerchi sono sempre i classici Politoys bombati a cinque asole in plastica grigia, con perno non passante.

Sospensioni a lamina con peso in metallo interno, per tutte e 4 le serie luci posteriori in plastica rossa trasparente; gli interni generalmente sono sempre bianchi, ma si è a conoscenza di qualche esemplare con interni marroncino.

Box:  La I^ Serie ha il modello  grossolanamente disegnato; sulla scatola della seconda serie  viene rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

LANCIA FLAVIA BERLINA – Art. 38 del 1962

A partire da questa referenza, vengono introdotte una serie di innovazioni decisamente significative: la più importante è la comparsa del Moplen, utilizzato per lo stampaggio di carrozzerie ed interni (le referenze dalla 26 alla 37 continueranno ad avere le carrozzerie stampate in plastica rigida).

Ma innovazione non è sempre sinonimo di progresso: molte delle carrozzerie in Moplen arrivate fino ai nostri giorni presentano i segni del tempo e spesso si degradano naturalmente, come se fossero aggredite da una malattia sconosciuta….in pratica, perdono la loro lucentezza, diventano rigide e si sbriciolano al tatto, come se fossero un biscotto!

Inoltre il Moplen, a differenza della plastica rigida che si può lucidare, non accetta alcun tipo di trattamento: quando perde la sua lucentezza per “consunzione da gioco” non c’è più nulla che si possa fare per riportarlo all’antico splendore.

Parallelamente alla comparsa del Moplen, sparisce il fondino incollato (quello senza viti): da qui in poi la procedura standard farà in modo che tutti i fondini siano fissati alla carrozzeria mediante viti. Assieme al fondino senza viti, scompariranno anche le gomme tassellate, sia bianche che nere; le gomme sottili e con leggera zigrinatura diventeranno standard per tutti i modelli.

Serie Prodotte:  Questo modello è identificabile in due distinte serie:

1) cerchi classici Politoys a cinque asole con asse non passante, gomme sottili, targa in decal MI 545

2) cerchi in metallo con gomme a battistrada, fondino privo di sospensioni e marcato Polistil, targa in carta adesiva MI B090732

Colori: I colori di questo modello sono: bianco, grigio medio, rosso chiaro, rosso scuro, verde, blu.

I cerchi sono sempre i classici Politoys bombati a cinque asole in plastica grigia, con perno non passante.

Sospensioni a lamina con peso in metallo interno per la prima serie, per tutte e 2 le serie luci posteriori in plastica rossa o gialla inserite a pressione nella carrozzeria; gli interni generalmente sono sempre bianchi, ma si trovano anche in rosso, specialmente su esemplari con carrozzeria bianca o grigia.

Box:  La I^ Serie ha il modello  grossolanamente disegnato; sulla scatola della seconda serie  viene rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

ALFA ROMEO 2000 BERLINA – Art. 39 del 1961

Caratteristiche principali del modello: Una buona riproduzione della grossa berlina Alfa (l’unica alternativa era quella della ICIS, più costosa), stampata in Moplen, che non ha avuto varianti di rilievo. I cerchi sono sempre i classici Politoys bombati a cinque asole in plastica grigia, con perno non passante, sospensioni a lamina con peso in metallo interno.

Serie Prodotte: identificabile in una sola serie, gomme sottili, targa in decal MI 4141, MI 7141 e, nelle ultime produzioni, in carta nera adesiva MI BO70932.

Colori: I colori per questo modello sono: grigio chiaro, blu medio e viola melanzana, gli interni sono sempre bianchi ad eccezione del modello in grigio chiaro che talvolta può averli in rosso.

Box:  questo modello ha avuto ben tre varianti di scatola: la prima rappresenta un auto bicolore blu/bianca, la seconda un modello disegnato di lato molto grossolanamente, sulla terza è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

Fiat 1300 BERLINA – Art. 40 del 1961

Caratteristiche principali del modello:  Una riproduzione senza infamia e senza lode, sembra più una caricatura della berlina di casa Fiat presentata nel 1961.

Stampata in Moplen,le gomme del modello sono sottili standard e la targa in decal MI 640. I cerchi sono sempre i classici Politoys bombati a cinque asole in plastica grigia, con perno non passante, sospensioni a lamina con peso in metallo interno.

Serie Prodotte: identificabile in una sola serie, l’unica variante di rilievo è riscontrabile nei fari anteriori: i primi esemplari avevano sul retro del fanale una sottile pellicola argentea che li faceva risaltare meglio, tale argentatura è stata eliminata quasi subito

Colori: I colori di questo modello: beige e celeste sono i più comuni,  poi rosso, grigio chiaro e senape scuro, gli interni sono sempre bianchi.

Box:  questo modello ha avuto due varianti di scatola: la prima rappresenta un auto rossa disegnata, sulla seconda è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

ALFA ROMEO 2000 SPIDER – Art. 41 del 1961

Caratteristiche principali del modello:  Una riproduzione un pò approssimativa della grossa spider Alfa Romeo, stampata in Moplen, che non ha avuto nessuna variante, , gomme sottili (tassellate nere solo sui primissimi esemplari), targa in decal MI 101. I cerchi sono sempre i classici Politoys bombati a cinque asole in plastica grigia, con perno non passante, sospensioni a lamina con peso in metallo interno.

Serie Prodotte: identificabile quindi in una sola serie.

Colori: I colori per questo modello sono: rosso (con qualche variante nella tonalità), blu, grigio metallizzato (raro) e celeste (molto raro); i sedili ed il bordo capote sono sempre blu nei modelli con carrozzeria rossa e rossi nei modelli con carrozzeria blu, celeste e grigio metallizzato, al volante è sempre presente un omino con basco blu, più raramente con basco di colore rosso.

Box:  questo modello ha avuto ben tre varianti di scatola: la prima rappresenta un auto rossa disegnata in 3/4 anteriore, la seconda un modello disegnato di lato molto grossolanamente, sulla terza è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

MOTOSCAFO CRESTLINER CHIEFTAIN 16 – Art. 42 del 1962

Caratteristiche principali del modello:  Riproduzione molto bella di un motoscafo che ai tempi ebbe una buona diffusione, stampato in Moplen e dotato di rimorchio per il trasporto. Nella confezione veniva fornito un gancio in acciaio stampato che poteva essere applicato a buona parte delle produzioni APS, in pratica a tutti i modelli che disponevano posteriormente di una vite di fissaggio del fondino.

I cerchi sono sempre i classici Politoys bombati a cinque asole in plastica grigia, con perno non passante, le gomme sono quelle classiche sottili.

Colori: Gli abbinamenti di colore per questa referenza sono 2: rosso con chiglia bianca oppure blu Francia, sempre con chiglia bianca. Bianchi sono anche tutti gli accessori presenti: bandierina, sostegno posteriore, sedili e volante; il carrello che lo trasporta è sempre del colore della parte superiore dello scafo. E’ presente una decals con logo “Crestliner” su ambo i lati posteriori della chiglia.

Serie Prodotte: identificabile quindi in una sola serie.

Box:  questo modello ha avuto ben due varianti di scatola: la prima rappresenta un motoscafo disegnato, la seconda rappresenta il classico modellino standard contenuto nella scatola. Si vocifera anche una scatola finestrata, impostata sulla falsariga di quelle dedicate alle produzioni in Fiberglass, ma non ho testimonianza diretta di questa variante.

 

FIAT 615N AUTOBUS – Art. 43 del 1962

Caratteristiche principali del modello:  Eccellente riproduzione della versione autobus dell’autocarro 615, versione regolarmente a listino Fiat, ma prodotta in un numero davvero esiguo di esemplari; stampata in Moplen, gomme sottili, targa in decal MI 4141 o MI 7141. I cerchi sono sempre i classici Politoys bombati a cinque asole in plastica grigia, con perno non passante, sospensioni a lamina con peso in metallo interno.

Serie Prodotte: identificabile quindi in una sola serie.

Colori: I colori per questo modello sono: grigio chiaro, blu medio e verde pallido (molto raro), gli interni sono sempre bianchi; esiste una versione promozionale “UPIM” con uno sticker applicato su entrambe le fiancate ed un’etichetta identificativa sulla scatola.

Box:  questo modello ha avuto due varianti di scatola: la prima rappresenta il piccolo bus in un disegno a colori con i passeggeri al suo interno, la seconda il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

ROULOTTE – Art. 44 del 1962

E’ opinione diffusa che questa roulotte sia frutto della fantasia dei disegnatori Politoys, del resto anche la laconica scritta sulla scatoletta che la contiene contribuisce a questa tesi. In realtà questa bellissima roulotte esiste veramente ed è un mito in America fra gli appassionati di trailer d’epoca: la sua denominazione corretta è Holiday House Model X Geographic e venne prodotta in soli 5 esemplari, di cui solo 1 tuttora preservato.

Caratteristiche principali del modello:  Stampata in Moplen ed, dotata di gomme sottili e targa in decal MI 545. I cerchi sono sempre i classici Politoys bombati a cinque asole in plastica grigia, con perno non passante, il modello è privo di sospensioni e di peso metallico all’interno.

Serie Prodotte: identificabile in due serie, identificabili dall’occhiello di traino appiattito all’estremità per la prima serie e con lo stesso occhiello arrotondato per la seconda.

Colori: I colori per questo modello sono: grigio chiaro, rosso (in un paio di tonalità), verde pallido o blu medio (entrambi molto rari), gli interni sono in grigio chiarissimo oppure rossi, generalmente in contrasto col colore della carrozzeria.

Box:  questo modello ha avuto due varianti di scatola: la prima rappresenta una roulotte rossa (con porta grigia) vista dal lato destro, la seconda il classico modellino standard contenuto nella scatola e raffigurante il lato sinistro del mezzo.

 

LANCIA FLAMINIA COUPE’ PININFARINA – Art. 45 del 1962

Caratteristiche principali del modello:  Egregia riproduzione della bella coupè della Lancia, stampata in Moplen, fu il primo modello APS a presentare le portiere apribili, dotata di gomme sottili standard e targa in decal MI 101 oppure MI 545. I cerchi sono sempre i classici Politoys bombati a cinque asole in plastica grigia, con perno non passante, sospensioni a lamina con peso in metallo interno.

Serie Prodotte: identificabile in una unica serie.

Colori: grigio chiaro, bianco e verde bottiglia, gli interni sono sempre bianchi.

Box:  questo modello ha avuto due varianti di scatola: la prima rappresenta un auto rossa disegnata, sulla seconda è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

VOLKSWAGEN 1500 – Art. 46 del 1962

Caratteristiche principali del modello:  Riproduzione di buon livello, stampata in Moplen, dotata di gomme sottili standard e targa in decal MI 640. I cerchi sono sempre i classici Politoys bombati a cinque asole in plastica grigia, con perno non passante, sospensioni a lamina con peso in metallo interno.

Serie Prodotte: identificabile in una unica serie.

Colori: bianco, grigio medio, beige e marrone senape, gli interni sono sempre bianchi.

Box:  solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

FIAT 2300 COUPE’ S – Art. 47 del 1963

Caratteristiche principali del modello:  Riproduzione di buon livello della potente coupè Fiat, stampata in Moplen e fornita di portiere apribili, dotata di gomme sottili standard e targa in decal MI 4141 oppure MI7141. I cerchi sono sempre i classici Politoys bombati a cinque asole in plastica grigia, con perno non passante, sospensioni a lamina con peso in metallo interno, ma esiste una variante di fine produzione con cerchi metallici ed asse passante (generalmente con targa in carta adesiva MI BO90732)

Serie Prodotte: identificabile in una unica serie.

Colori:  rosso e blu Francia, abbastanza rara una versione più scura del blu, coincidente con le ultime produzioni, gli interni sono sempre bianchi o avorio.

Box:  solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

ALFA ROMEO GIULIETTA POLIZIA – Art. 48 del 1963

 

Caratteristiche principali del modello: Il modello si presenta senza parti apribili. E’ presente il classico “girofaro blu” sul tetto e l’antenna in plastica grigia sul parafango posteriore destro. La targa è “POLIZIA 2614” su tutte le versioni, con la scritta POLIZIA in rosso. Sulla destra della targa è presente lo scudetto della Polizia. Il resto è identico alla versione civile. fari a chiodino in plastica trasparente. Le luci posteriori sono in plastica rossa. Base del girofaro, paraurti e griglie anteriori cromati. Le ruote dispongono di sospensioni a lamina metallica, con cerchioni in plastica a cinque asole. Le gomme sono sottili, a sezione arrotondata, con battistrada appena scolpito. Fondino in plastica nera con due viti di fissaggio. L’interno è generalmente bianco (soprattutto nelle ultime versioni) o marroncino (nelle prime versioni).

Serie Prodotte: identificabile in una unica serie.

Colori: verde oliva / grigio-verde, più per aspetti di impasto della plastica che per aspetti di scelta tecnica.  

Box: solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

PONTIAC PARISIENNE – Art. 49 del 1964

Caratteristiche principali del modello: . L’interno del veicolo è solitamente rosso, con volante nero. Le porte anteriori sono apribili. La targa è “MI 640” disposta su una sola riga e applicata ad entrambi i paraurti (anteriore e posteriore). Quattro fari anteriori a diamantino; le luci posteriori sono dipinte di rosso. Le ruote dispongono di sospensioni a lamina metallica, con cerchioni in plastica a cinque asole e perno non passante. Le gomme sono sottili, a sezione arrotondata, con battistrada appena scolpito. Fondino in plastica nera con tre viti di fissaggio: quella centrale fissa il gruppo sedili.

Serie prodotte: identificabile in una unica serie.

Colori prodotti: beige (il colore più comune), il blue e il grigio.

Box: solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

OLDSMOBILE F 85 CUTLASS COUPE’ – Art. 50 del 1964

Caratteristiche principali del modello:  Le porte anteriori sono apribili. L’interno, in genere, è rosso, con volante nero. La targa è “MI 711” disposta su una sola riga e applicata al solo paraurti posteriore. I quattro grandi fari anteriori a diamantino formano un tutt’uno con il paraurti e con la calandra; le luci posteriori sono dipinte di rosso. Le ruote dispongono di sospensioni a lamina metallica, con cerchioni in plastica a cinque asole e perno non passante. Le gomme sono sottili, a sezione arrotondata, con battistrada appena scolpito. Fondino in plastica nera con tre viti di fissaggio: quella centrale fissa il gruppo sedili.

Serie prodotte: identificabile in una unica serie.

Colori prodotti: grigio (il colore più comune), il blue (abbastanza comune) e il rosso (meno comune).

Box: solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

  

PORSCHE 550 RS – Art. 54 del 1961

Caratteristiche principali del modello: Modello senza aperture. Alla guida è seduto un pilotino bianco. Le luci posteriori sono in plastica rossa. Le ruote dispongono di sospensioni a lamina metallica, con cerchioni in plastica a cinque asole. Targa MI 137, bianca.

Serie prodotte: I Serie ha i fari del tipo a chiodino in plastica trasparente, il fondino incollato e i pneumatici più grossi e tassellati di colore bianco. II serie, la più comune. Si riconosce per i fari anteriori tipo strass, per le ruote con pneumatici sottili di colore nero e per il fondino avvitato.

Colori prodotti: argento

Box: I tipo con rappresentazione della vettura in un colore azzurro-carta da zucchero e II tipo dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

 JAGUAR “D” TYPE LE MANS – Art. 55 del 1961


Caratteristiche principali del modello:  Jaguar “D” type è chiamata semplicemente (sulla scatola e sul fondino) “JAGUAR LE MANS”. Alla guida è seduto un pilotino bianco. I fari anteriori sono in plastica trasparente e le luci posteriori sono in plastica rossa. Le ruote dispongono di sospensioni a lamina metallica, con cerchioni in plastica a cinque asole.

Serie prodotte: La I serie ha il fondino incollato e i pneumatici più grossi e tassellati. II serie, la più comune, si riconosce per le ruote con pneumatici sottili e per il fondino avvitato.

Colori prodotti: verde metallizzato e blu metallizzato

Box: solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

TRATTORE FORDSON MAJOR – Art. 65 del 1964

Caratteristiche principali del modello:  Le ruote anteriori sono sterzanti agendo proprio sul volante. Il carrello può essere di vari colori (giallo, beige, grigio…). Le ruote anteriori del carrello sono snodate e connesse al timone e sono sempre dello stesso colore del cofano. La spondina del carrello è ribaltabile.

Serie prodotte: identificabile in una unica serie.

Colori prodotti: rosso, grigio, melanzana, giallo.

Box: solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

FORD TAUNUS 17M – Art. 66 del 1963

Caratteristiche principali del modello: Modello interamente chiuso. Gli interni sono bianchi. Le ruote sono le classiche Politoys a cinque asole, bombate, con perno non passante e pneumatici sottili (raffigurate anche nell’immagine sulla scatoletta). Non ci sono parti apribili ma sono presenti le sospensioni morbide. Paraurti e calandra sono cromati. Fari anteriori ovali in plastica trasparente. Luci posteriori dipinte di rosso. Volante nero. La targa è MI 101 orizzontale, bianca, del tipo a decal. Fondino nero con 2 viti.

Serie prodotte: identificabile in due serie, seconda serie anche con cerchi in metallo piatti e con cerchi a corona di fori.

Colori prodotti: grigia, celestina e blu (molto rara), carta da zucchero (grigio/azzurro).

Box: solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

  

ALFA ROMEO GIULIETTA S.S. – Art. 67 del 1963

 

Caratteristiche principali del modello: Le portiere sono apribili. Gli interni possono essere bianchi, gialli oppure rossi. Presenti le sospensioni a lamine metalliche. Paraurti e calandra sono cromati. 2 fari strass anteriori. Le luci posteriori sono dipinte di rosso. La targa è MI 711 orizzontale, bianca, presente sia anteriormente che posteriormente. Fondino nero con 3 viti: quella centrale serve per fissare l’arredamento interno.

Serie prodotte: I Serie ha le ruote sono le classiche Politoys a cinque asole, bombate, con perno non passante e pneumatici sottili.  II Serie ha i cerchi metallici con perno passante.

Colori prodotti: rosso, bianco, grigio e giallo chiaro (molto rara).

Box: solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

FIAT 1300 FAMILIARE – Art. 68 del 1963

 

Caratteristiche principali del modello: Modello con apertura del portellone posteriore arredato con vetrino. Gli interni normalmente sono avorio o grigi. Il volante è nero. fari anteriori sono a diamantino e le luci posteriori (che fanno parte dei punti di incastro del modello) sono dipinte di rosso. Il fondino è avvitato con due viti. Le ruote dispongono di sospensioni a lamina metallica, con cerchioni in plastica a cinque asole e perno non passante. Targa “MI 101”.

Serie prodotte: identificabile in due serie; seconda serie con cerchi in metallo a corona di fori.

Colori prodotti: grigio chiaro, celeste, azzurro cenere, verde chiaro, Blu Francia, lo stesso del pulmino 615 (rarissimo).

Box: solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

  

CADILLAC SPECIAL SEDAN – Art. 69 del 1964

Caratteristiche principali del modello: . : Le portiere sono apribili (ma non hanno i vetri erroneamente rappresentati nella scatoletta). L’interno, in genere, è grigio chiaro, con volante nero. La targa è “MI 101” disposta su una sola riga e applicata ad entrambi i paraurti. I quattro grandi fari anteriori a diamantino formano un tutt’uno con il paraurti e con la calandra; anche le luci posteriori, dipinte di rosso, formano un insieme unico con il paraurti. Le ruote dispongono di sospensioni a lamina metallica, con cerchioni in plastica a cinque asole e perno non passante. Le gomme sono sottili, a sezione arrotondata, con battistrada appena scolpito. Fondino in plastica nera con due viti di fissaggio. L’imponenza stessa del modello lo rendeva particolarmente appropriato al traino dei due rimorchi, di tipo americaneggiante.

Serie prodotte: identificabile in una unica serie.

Colori prodotti: il celeste (il colore più comune), il verde chiaro (abbastanza comune), il grigio e il verde scuro.

Box: solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

CITROEN ID19 BREAK – Art. 70 del 1964

Caratteristiche principali del modello: Uno dei modelli più belli e complessi della Serie. Le portiere anteriori e il portellone sono apribili. Gli interni normalmente sono bianchi, grigi o rossi. Il volante è nero. I fari anteriori sono del tipo a diamantino e le luci posteriori sono dipinte di rosso. Il fondino è avvitato con tre viti. Le ruote dispongono di sospensioni a lamina metallica, con cerchioni in plastica a cinque asole e perno non passante. Targa MI640, bianca.

Serie prodotte: identificabile in due serie; seconda serie con cerchi in metallo a corona di fori.

Colori prodotti: celeste, verde chiaro, verde scuro, Blu Francia, lo stesso del pulmino 615 (rarissimo).

Box: solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

ALFA ROMEO GIULIA T.I. – Art. 71 del 1964

Caratteristiche principali del modello:  Certamente il modello più amato anche se non ci sono parti apribili.  L’interno, in genere, è color avorio, con volante nero. La targa è “MI 640” disposta su una sola riga. Potrebbe esistere anche una targa “MI 640” disposta su 2 righe e  “MI 711” . I quattro fari anteriori, di dimensione differente, sono a diamantino; le luci posteriori sono dipinte di rosso. Le ruote dispongono di sospensioni a lamina metallica, con cerchioni in plastica a cinque asole e perno non passante.

Serie prodotte: I Serie ha le gomme sottili, a sezione arrotondata, con battistrada appena scolpito. Fondino in plastica nera con due viti di fissaggio. La II Serie ha le ruote a 11 fori, in metallo, con perno passante.

Colori prodotti: il celestino (per alcuni verde acqua) delle foto qui intorno, e il grigio chiaro (in diverse tonalità, più o meno intense).

Box: solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

 

LANCIA FULVIA 2C BERLINA – Art. 72 del 1964

Caratteristiche principali del modello: Le portiere sono apribili. Paraurti e calandra sono cromati. Presenti  4 fari strass per la fanaleria anteriore. Le luci posteriori sono dipinte di rosso solo nella parte tonda. Presenti le sospensioni a lamine metalliche. Fondino nero con 2 viti.

Serie prodotte: I Serie con targa MI 7141, bianca, del tipo a decal, Le ruote della prima serie hanno i cerchi piatti a cinque asole, con perno passante e pneumatici sottili. II serie con targa classica MI B07032 nera adesiva e con cerchione metallico bombato multifori con perno passante .

Colori prodotti: azzurro cenere (tipicamente Lancia), verde acqua e giallo chiaro (crema).

Box: solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

  

ALFA ROMEO 2600 SPRINT – Art. 73 del 1964

Caratteristiche principali del modello: Gli interni possono essere bianchi oppure rossi. Presenti le sospensioni a lamine metalliche. Le portiere sono apribili. Paraurti e calandra sono cromati. 4 fari strass. Le luci posteriori sono dipinte di rosso sui modelli bianchi o grigi e di giallo sui modelli rossi . La targa è MI 7141, bianca, del tipo a decal. Fondino nero con 3 viti: quella centrale serve per fissare l’arredamento interno.

Serie prodotte: Le ruote della I serie sono le classiche Politoys a cinque asole, bombate, con perno non passante e pneumatici sottili (raffigurate anche nell’immagine sulla scatoletta). Le II serie hanno invece il cerchione piatto con perno metallico passante.

Colori prodotti: , rosso, bianco e grigio.

Box: solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

FERRARI 250 GT COUPE’ 2+2 – Art. 74 del 1964

Caratteristiche principali del modello: Le portiere sono apribili. I paraurti e la calandra sono cromati. 4 fari strass anteriori, due grandi, sui parafanghi, e due più piccoli, inseriti nella calandra. Le luci posteriori sono dipinte di giallo arancio o di rosso a seconda del colore della carrozzeria. La targa è MI 7141, bianca, tipo decal. Fondino nero, in plastica, con 3 viti di fissaggio. Presenti le sospensioni a lamine metalliche.

Serie prodotte: I serie ha i cerchi in plastica, a 5 asole, con perno passante ribattuto e pneumatici in gomma con battistrada sottile scolpito. II Serie ha ruote in metallo a 11 fori tondi.

Colori prodotti: : grigio chiaro con interni rossi, rosso vivo pastello con interni grigi e blu con interni grigi.

Box: solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

FIAT 600 D – Art. 75 del 1964

Caratteristiche principali del modello:  Le portiere sono apribili e i sedili anteriori sono ribaltabili. I paraurti sono cromati. Presenti 2 fari strass anteriori. Le luci posteriori sono dipinte di rosso. La targa è MI 7141 oppure MI 7401, bianca, tipo decal. Fondino nero, in plastica, con 3 viti di fissaggio.Le ruote hanno cerchi in plastica cromata, a 5 asole, con perno passante ribattuto e pneumatici in gomma con battistrada sottile scolpito. Presenti le sospensioni a lamine metalliche.

Serie Prodotte: identificabile in una unica serie.

Colori prodotti: grigio con interni rossi e rosso vivo pastello con interni grigi.

Box: solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

AUTOBIANCHI BIANCHINA – Art. 77 del 1964

 Caratteristiche principali del modello: Le ruote hanno cerchi in plastica grigia, a 5 asole, con perno passante ribattuto e pneumatici in gomma con battistrada sottile scolpito. Presenti le sospensioni a lamine metalliche. Le portiere e il portellone posteriore sono apribili e i sedili anteriori sono ribaltabili. Paraurti e fregio anteriore sono cromati. Presenti 2 fari strass anteriori. Le luci posteriori sono dipinte di rosso. La targa è MI 7141, bianca, tipo decal. Fondino nero, in plastica, con 2 viti di fissaggio.

Serie Prodotte: identificabile in una unica serie.

Colori prodotti: bianco con interni rossi e rosso vivo pastello con interni bianchi.

Box: solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

FORD CORTINA – Art. 78 del 1964

Caratteristiche principali del modello: Gli interni normalmente sono bianchi o grigi. Il volante è nero. Le portiere sono apribili. I fari anteriori sono del tipo a diamantino e le luci posteriori sono dipinte di rosso arancio. Il fondino è avvitato con due viti.

Serie prodotte: I serie ha le sospensioni a lamina metallica, con cerchioni in plastica a cinque asole e perno non passante. La II Serie ha cerchi metallici, sempre a 5 asole, ma con perno passante

Colori prodotti: grigio, azzurro cenere, verde scuro, verde chiaro, bianco.

Box: solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

 

OPEL KADETT COUPE’ – Art. 79 del 1966

Caratteristiche principali del modello: E’ un modello in fibra di vetro verniciata, serie “Fibre-glass“. Le ruote hanno cerchi stampati, piatti, con 5 asole, perno passante ribattuto e pneumatici in gomma con battistrada scolpito. Presenti le sospensioni a lamine metalliche. Le portiere sono apribili e i sedili anteriori hanno lo schienale ribaltabile. Paraurti e calandra sono cromati. Presenti 2 fari strass anteriori. Le luci posteriori sono dipinte di rosso. La targa è MI B070932 (prima) o MI B07032 (dopo, la più comune). Fondino argentato, in metallo, con 2 viti di fissaggio.

Serie Prodotte: identificabile in una unica serie.

Colori prodotti: rosso pastello con interno grigio e verde metallizzato con interno marrone.

Box: solo un tipo di box per questo modello. Box senza nessuna raffigurazione e con finestra trasparente che funge da vetrina.

 

ALFA ROMEO GIULIA GT 1300 Jr – Art. 80 del 1966

Caratteristiche principali del modello: E’ un modello in fibra di vetro verniciata, serie “Fibre-glass”. Gli interni sono sempre grigi. Le ruote sono dotate di cerchi stampati tipo Alfa Romeo, con perno passante ribattuto e pneumatici in gomma con battistrada scolpito. Presenti le sospensioni a lamine metalliche. Le portiere sono apribili e i sedili anteriori hanno lo schienale ribaltabile. Sul tunnel centrale è presente la leva del cambio cromata. Paraurti e calandra sono cromati. Presenti 2 fari strass anteriori. Le luci posteriori sono dipinte di rosso. La targa è MI B0, realizzata direttamente nello stampo, in rilievo. Fondino argentato, in metallo, con 2 viti di fissaggio.

Serie Prodotte: identificabile in una unica serie.

Colori prodotti: giallo ocra pastello e verde smeraldo metallizzato.

Box: solo un tipo di box per questo modello. Box senza nessuna raffigurazione e con finestra trasparente che funge da vetrina.

 

FIAT 850 BERLINA – Art. 81 del 1964

Caratteristiche principali del modello: Le portiere sono apribili, ma i sedili anteriori non sono ribaltabili. I paraurti e il fregio anteriore sono cromati. Presenti 2 fari strass anteriori. Le luci posteriori sono dipinte di rosso. Le ruote hanno cerchi in plastica grigia, a 5 asole, con perno passante ribattuto e pneumatici in gomma con battistrada sottile scolpito. Presenti le sospensioni a lamine metalliche. La targa è MI 101, bianca, tipo decal. Fondino nero, in plastica, con 3 viti di fissaggio.

Serie Prodotte: identificabile in una unica serie.

Colori prodotti: bianco con interni rossi e rosso vivo pastello con interni bianchi. L

Box: solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

 

SIATA FIAT 1500 TS COUPE’ – Art. 82 del 1965

Caratteristiche principali del modello:  Le portiere sono apribili. Interno in genere verde acqua oppure beige e volante nero. Portiere apribili. Sospensioni. Fari anteriori a diamantino, luci anteriori, posteriori e laterali dipinte di rosso. Calandra e paraurti in plastica cromata. Fondino in plastica nera, fissato con tre viti (quella centrale fissa gli interni alla base). Targa “MI 7141” tipo decal, a fondo bianco.

Serie prodotte: I Serie si riconosce per le ruote con cerchi in plastica cromata ad asse passante. II Serie ha i cerchi in metallo, con asse passante e corona di fori.

Colori prodotti: beige, bianco e verde chiaro.

Box: solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola.

 

ALFA ROMEO 2600 SQ. MOBILE- Art. 83 del 1964

Caratteristiche principali del modello: E’ ricavata dalla 2600 Sprint, art. 73. Le portiere sono apribili. Paraurti e calandra sono cromati. Presenti sempre 4 fari strass. Le luci posteriori sono dipinte di rosso arancio o giallo. La targa è POLIZIA 4171, a fondo bianco, del tipo a decal, con scritte nere e rosse. Sui parafanghi anteriori le decal con la pantera; sulle portiere la dicitura “SQUADRA MOBILE Tel. 777”. Da qui il nome di 2600 Squadra Mobile, mentre sull’aletta appare la dicitura “Auto Polizia”. Sul tetto è presente l’immancabile girofaro blu. Presenti le sospensioni a lamine metalliche. Fondino nero con 3 viti: quella centrale serve per fissare l’arredamento interno.

Serie prodotte: I Serie dispone di ruote classiche Politoys a cinque asole, bombate, con perno non passante e pneumatici sottili. II Serie ha il cerchione piatto con perno metallico.

Colori prodotti: verde militare di differenti tonalità.

Box: solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola. Particolare interessante, la diversa posizione dell’antenna presente nell’immagine: forse era originariamente prevista applicata al montante del parabrezza, ma difficoltà nel posizionare il modello nella sua scatola hanno suggerito la classica sistemazione al parafango posteriore.

 

VOLKSWAGEN 1200 – Art. 84 del 1966

 

Caratteristiche principali del modello:  Modello più ricercato dell’intera serie. Modello prodotto sia in plastica colorata che in fibra di vetro (serie Fibre-glass) con il medesimo numero di serie #84.

Serie prodotte: I serie in plastica . Il fondino è in metallo e riporta un improbabile sistema di trasmissione, con tanto di differenziale, per l’assale anteriore. Le viti di fissaggio sono due. Le ruote sono lisce, bombate e cromate. Paraurti anteriore e posteriore cromati. I fari anteriori sono in plastica trasparente, mentre le luci posteriori sono verniciate di rosso. Portiere apribili e sedili NON ribaltabili. Targa “MI 7141” oppure “MI 7401” bianca. II Serie in fibra ha l’interno con gli schienali dei sedili ribaltabili. Dal fondino è sparito (ora cromato) il sistema di trasmissione per le ruote anteriori ed è apparsa la scritta “Fibre Glass”. Presenti le sospensioni a lamine metalliche. La targa è nera, è la classica MI-BO7032.

Colori prodotti:  verde, beige, grigio, blue turchese per la I  Serie.  Blue metallizzato e grigio scuro metallizzato per la II Serie.

Box: solo un tipo di box per questo modello, quella dove è rappresentato il classico modellino standard contenuto nella scatola. Per la serie in fibre-glass, Box senza nessuna raffigurazione e con finestra trasparente che funge da vetrina.

  

FERRARI 250 GT BERLINETTA – Art. 85 del 1966

Caratteristiche principali del modello: E’ un modello in fibra di vetro verniciata, serie “Fibre-glass”.  Gli interni possono essere rossi oppure marrone. Le ruote sono dotate di cerchi a raggi, con perno passante ribattuto. Presenti le sospensioni a lamine metalliche. Le portiere sono apribili e i sedili anteriori hanno lo schienale ribaltabile. Paraurti e calandra sono cromati. Presenti 2 fari strass anteriori. Le luci posteriori sono dipinte di rosso. La targa è quasi sempre MI B07032, nera (ma si trova anche la MI B090732). Fondino argentato, in metallo, con 2 viti di fissaggio.

Serie Prodotte: identificabile in una unica serie.

Colori prodotti: grigio metallizzato (il colore più comune), rosso pastello (più raro), e blu Francia (rarissimo).

Box: solo un tipo di box per questo modello, senza nessuna raffigurazione e con finestra trasparente che funge da vetrina.

 

INNOCENTI MORRIS IM3 – Art. 86 del 1966

Caratteristiche principali del modello: Questo modello è stato realizzato in fibra di vetro verniciata, per la serie “Fibre-glass“, con la scatoletta beige e arancio finestrata. Il fondino del modello è in metallo, con due viti di fissaggio, e le ruote hanno il cerchio piatto, piccolo, cromate e con cinque asole. Paraurti e calandra sono cromati. I fari anteriori sono in plastica trasparente, mentre le luci posteriori sono verniciate di rosso. Portiere apribili e sedili con schienali ribaltabili. Targa MI B07032 oppure MI B090732 (prime versioni), nera.

Serie Prodotte: identificabile in una unica serie. Da segnalare che le primissime versioni prodotte (sulla cui scatola appare la sola scritta Politoys, senza la dicitura “Glass”) il fondino non è cromato ed è privo della dicitura “Fibre Glass”.

Colori prodotti: un bordeaux scuro metallizzato, normalmente con interni grigi. Beige scuro metallizzato.  Gli interni, in questo caso, sono preferibilmente quelli rossi .

Box: solo un tipo di box per questo modello, senza nessuna raffigurazione e con finestra trasparente che funge da vetrina.

  

JAGUAR “E” TYPE HARD TOP – Art. 89 del 1966

Caratteristiche principali del modello: . E’ realizzato in fibra di vetro verniciata, per la serie “Fibre-glass“. Il tetto (hard top) è sempre nero e non è asportabile. Interni grigio chiaro, beige, rossi e persino neri. Il fondino del modello è in metallo, con quattro viti di fissaggio: due (verniciate) per il cofano motore e due (cromate) per fissare il fondino alla carrozzeria. Le ruote hanno il cerchio a raggi e i pneumatici in gomma, con battistrada scolpito. Paraurti e fregio sulla calandra sono cromati. I fari anteriori sono in plastica trasparente, mentre le luci posteriori sono verniciate di rosso-arancio. Le portiere sono apribili e i sedili NON dispongono di schienali ribaltabili. Il volante è argentato. Il grande cofano motore è anch’esso apribile e consente di accedere al motore cromato con particolari neri. Targa MI B07032 oppure MI B090732 (prime versioni), nera.

Serie Prodotte: identificabile in una unica serie.

Colori prodotti: grigio chiaro metallizzato e il rosso pastello sono i più comuni, il verde è invece molto raro.

Box: I Tipo scatoletta beige e arancio finestrata. II Tipo con la scritta azzurrina GLASS.  Il fondino é privo di qualsiasi riferimento alla serie Fibre-glass. Da questo modello è stata realizzata in seguito la versione “Rita Pavone”, codice art. 120.

Varianti particolari: sia sulla scatole che sul fondino metallico il modello appare come Jaguar G.T. Spyder (errato rispetto al corretto inglese che si scrive SPIDER

Esiste una scatoletta del tipo “Microminiature”, n. 89, con l’immagine della vettura blu, tetto blu, molto rara. La targa è del primo tipo, MI-BO90732. Sull’aletta, la solita scritta “JAGUAR G.T. SPIDER”.

 

MERCEDES BENZ 230 SL – Art. 90 del 1966

Caratteristiche principali del modello: realizzato in fibra di vetro verniciata, per la serie “Fibre-glass“. Gli interni, in genere, sono grigio chiaro. Il fondino del modello è in metallo, con due viti di fissaggio, e le ruote hanno i cerchioni a raggi. Paraurti, calandra e cornici dei fari anteriori sono cromati. I fari anteriori sono in plastica trasparente, mentre le luci posteriori sono in plastica rossa. Portiere apribili e sedili con schienali ribaltabili. Targa MI B07032 oppure MI B090732 (prime versioni), nera.

Serie prodotte: I Serie non appare la scritta “Glass” sul fondino, aggiunta in un secondo tempo con caratteri piccoli e sottili nella II Serie.

Colori prodotti: rosso pastello o grigio antracite metallizzato.

Box: solo un tipo di box per questo modello, senza nessuna raffigurazione e con finestra trasparente che funge da vetrina.

 

MASERATI 3,5 L “MISTRAL” – Art. 119 del 1967

Caratteristiche principali del modello: E’ stata realizzata in fibra di vetro verniciata, per la serie “Fibre-glass“.  Il fondino del modello è in metallo, con tre viti di fissaggio: due fissano il fondino al modello e la terza, quella centrale, unisce il sistema propulsore-cambio al fondino stesso. Le ruote hanno il cerchio a raggi e i pneumatici in gomma, con battistrada scolpito. Paraurti e calandra cromati. I fari anteriori sono del tipo a diamantino, mentre le luci posteriori sono verniciate di giallo-arancio (sul modello rosso) o rosso arancio (sul modello grigio). Le portiere sono apribili e i sedili NON dispongono di schienali ribaltabili. Il cofano motore è anch’esso apribile e consente di accedere al motore cromato con particolari neri.

Serie prodotte: I serie con targa MI B090732, sul fondino non c’è alcun riferimento nè a fibre, né a glass. II serie con targa  MI B07032 ha sul fondino appare la scritta GLASS (senza FIBRE).

Colori prodotti: grigio chiaro metallizzato (in genere con interno rosso) e il rosso ruggine metallizzato (in genere con interno bianco).

Box: senza nessuna raffigurazione e con finestra trasparente che funge da vetrina. Due tipi: una con scritta Glass e l’altra senza.

 

 

JAGUAR “E” TYPE “RITA PAVONE” – Art. 120 del 1967

Caratteristiche principali del modello: Il modello è conosciuto anche col nome “La Zanzara” per via della decal posteriore che ricorda la locandina del film interpretato da Rita Pavone. E’ realizzato in fibra di vetro verniciata, per la serie “Fibre-glass”, sulla base della Jaguar “E”

Risultati immagini per rita pavone la zanzara

Tratto dal sito Aessemodels – Curiosità: si dice che negli anni ’60 la cantante Rita Pavone si recò presso la concessionaria Jaguar per il Nord Italia (Koelliker) per acquistare una Jaguar E type. Individuato il modello si doveva scegliere il colore, così la cantante prese un paio di forbici e ritagliò un pezzetto della sua sottoveste rosa porgendolo a Koelliker che, impassibile, lo consegnò al capo carrozziere perchè provvedesse ad “adeguare” una Jaguar E type bianca. La Jaguar E rosa fece molto clamore e la Politoys realizzò il modellino in serie speciale, oggi molto raro e costoso.

Pare che in quell’occasione Teddy Reno, marito della cantante, prese accordi segreti con Koelliker per fare depotenziare il motore della splendida G.T., ma questo potrebbe essere solo un pettegolezzo.

Serie prodotte: I serie con targa MI B090732, II  Serie Targa MI B07032.

Colori prodotti: Rosa,

Box: grande scatoletta speciale, con le foto autografate della Cantante. Anche le scatolette possono essere di due tipi diversi.

 

 

 

 

 

 

V1 2018.07.23 v.g – Copyright #Quellidellapolistil

pagina Facebook: “Quelli della Polistil” e  Istagram:#iltempodellemacchinine o #quellidellapolistil.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial

Quellidellapolistil.it è piaciuto? Condividilo con gli amici!